0 In Borghi/ Borghi e botteghe

Sassello: la prima Bandiera Arancione d’Italia

La Bandiera Arancione è un riconoscimento di qualità turistico ambientale conferito da Touring Club ai piccoli comuni e borghi dell’entroterra italiano. L’iniziativa nacque nel 1998 proprio in Liguria, a Sassello, dove si sentì il bisogno di valorizzare maggiormente il paesaggio, la storia, la cultura e la tipicità dell’entroterra.

Sassello: un po’ di storia

Sassello è un piccolo comune in provincia di Savona, posto sul confine tra Liguria e Piemonte. In passato famoso per la lavorazione del ferro, oggi si distingue per il suo ricco patrimonio culturale e naturalistico. Il borgo infatti fa parte del Parco Regionale del Beigua per il quale custodisce la Foresta della Deiva e la Torbiera del Laione. Nel comune non mancano punti di interesse storico e architettonico: molti edifici conservano la pietra a vista e lungo le vie del centro si ergono palazzi storici del ‘600, ‘700, ‘800 ricoperti di intonaco decorato. Da non perdere anche la Bastia Soprana, ruderi del complesso fortilizio medievale.

Visitare il borgo tra natura, arte e cultura

Nel centro storico di Sassello si snodano tre facili percorsi volti a scoprire le principali bellezze del borgo. Tutti gli itinerari sono ad anello, iniziano e si concludono di fronte all’info point di Palazzo Gervino e durano circa 30/40 minuti ognuno.

I tre percorsi sono segnalati da fascette di diversi colori:

Azzurro – Percorso di San Giovanni

I punti di interesse dell’itinerario sono: Piazza della Concezione dove si erge l’omonima basilica e il Palazzo Comunale, il Nuovo Polo museale Perrando (arte contemporanea e Museo napoleonico) che ospita opere di artisti come Mirò, Bacon e Sol Lewitt. Si prosegue raggiungendo la Chiesa di San Giovanni Battista che conserva una statua attribuita al Maragliano, l’Oratorio dei Disciplinanti, la Cappella di Sant’Anna, la tomba della Beata Chiara Badano, il Museo contadino e archeologico Perrando fino a immergersi nuovamente nel centro storico. Non mancano scorci panoramici sulla vallata e lungo il Rio Sbruggia.

Chiesa di San Giovanni Battista

Rosso – Percorso del Piano

L’itinerario attraversa il centro storico per poi percorrere le due sponde del Rio Sbruggia. Lungo il percorso è possibile visitare il museo Perrando, la tomba della Beata Chiara Badano, la Cappella di San Sebastiano e attraversare l’omonimo ponte – antica porta meriodionale di Sassello. Ultima attrazione è la Chiesta della Santissima Trinità con i suoi interni affrescati di grande pregio.

Vista sul Rio Sbruggia

Giallo – Percorso della Bastia

Il percorso punta subito alla collina dove si erge la Bastia Sottana, il castello fortilizio di Filippo Doria (1450 d.C), dalla quale si può godere di una suggestiva panoramica del paese. Altri punti di interesse del percorso sono il memoriale ai caduti, la Chiesa di S.Antonio con una tela di Giovanni Battista Carlone e la Chiesa della Santissima Trinità.

Altre attrazioni da non perdere

  • Il ponte medievale
  • Chiesa di San Rocco (e l’opera di Domenico Piola che ospita)
  • I resti del Castello della Bastia Soprana
  • La foresta della Deiva
  • La torbiera del Laione
  • Gli amaretti morbidi, tipici della zona
Il ponte medievale

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply